i Giovani con i Padri Somaschi     

 

Esiste il male? 2.

vai alla 1a parte

 

Il male è già in noi. S. Paolo parla della convivenza dentro di noi di un uomo "vecchio" (Ef 4,22) e di uno "nuovo" (Ef 4,24). Il primo è quello intaccato dal male, il secondo creato da Dio e "restaurato" dalla morte e risurrezione di Gesù.

Qual'è la caratteristica del "vecchio" dell'uomo? Se avete fatto occhio a quanto narrato nel 1° cap. della Genesi () e vi siete guardati dentro è chiaro: il non rapporto, la separazione, la divisione, la frantumazione. Usando la terminologia biblica potremmo dire che è l'uomo intaccato da "dia-ballo", "scagliato lontano": "diabolon". Tutto ciò che divide, allontana, separa è frutto del nostro vecchiume interiore. Ma la presenza del "vecchio" nella nostra umanità non è la parola definitiva. L'ultima parola è quella di Gesù che morendo, cioè donando la sua vita senza tenerla egoisticamente per sé, ha fatto ciò che l'amore fa: unisce ciò che era diviso, lontano. È il mistero della sua morte e risurrezione è diventato "sin-ballo", "portato vicino": l'unità. È il mistero del "simbolo", del "sacramento" e dei sacramenti dell'amore di Gesù.

  

Ora diventano più chiare quelle parole enigmatiche di Gesù: "Chi vorrà salvare la propria vita la perderà, ma chi la perderà la la troverà (Lc 9,24). Il Gesù che dice "Sono venuto perché abbiano al vita e l'abbiano in abbondanza" (Gv 10,10) non può desiderare il nostro annientamento. Quel "perdere la propria vita" significa mettere in calcio d'angolo l'uomo vecchio, cioè la sua tendenza a ripiegarsi su sé stesso e morire d'asfissia, per trovare nel "dare" la vita dell'uomo nuovo.

Guardiamoci attorno: quante persone attendono una nostra parola, un nostro gesto, una nostra attenzione, un po' del nostro aiuto. È questa la via più semplice per passare dalla "morte" del "vecchio" alla "Vita" del Nuovo": "Noi siamo passati dalla morte alla vita perché amiamo i fratelli" (1Gv 3,14).

Ma questo lo approfondiremo la prossima volta. 
 

P.S.
Probabilmente ti sei posto, riguardo al male, qualche domanda sull'inferno. Prova a leggere questo articolo che mi è piaciuto molto: L'inferno: eterno ma costruito da noi.

Roberto Frau

Se vuoi puoi scriverci cliccando il logo