i Giovani con i Padri Somaschi     

 

Psicologia

a cura di Cristina Sanna

     
Un sogno per trasgredire                     
 
 
 

"Alle regole io non ci sto dentro".
E’ questo il modo di dire dei giovani. Ma si tratta solo di trasgressione? Per trasgredire una regola occorre conoscerla e scegliere di non condividerla, adottando un comportamento che in qualche modo vada “contro”. Ma allora di trasgressori “illustri” ve ne sono molti, guidati dagli ideali più diversi: da Gesù Cristo a Gandhi, da Martin Luther King allo stesso San Girolamo Emiliani.
Una differenza che si può osservare tra il comportamento di questi ultimi e i giovani “trasgressori” di oggi è legata alla dimensione del “sogno”. I personaggi citati - ma se ne potrebbero trovare altri - hanno creduto in qualcosa di grande e sono stati disposti ad andare “contro” per realizzarlo. Oggi, tra i giovani, ma non solo, è tendenza diffusa quella di “vivere alla giornata” non investendo nel futuro, non avendo progetti. Si rischia, però, di non avere neanche sogni, e di non essere disposti a lottare per realizzarli.
“I have a dream”, “Io ho un sogno” diceva M. Luther King.
Questa, forse, potrebbe essere la vera trasgressione di oggi: fermarsi a riflettere sulle proprie scelte, individuando i propri sogni e vivere per realizzarli concretamente! “You have a dream?”

 

 
Vai agli articoli precedenti