i Giovani con i Padri Somaschi     

 

Psicologia

a cura di Sara Collu

     
Io vorrei... non vorrei... ma se vuoi                     
 
 
 

Quando ci si trovo a fare una scelta spesso si sperimenta la difficoltà a capire quale sia quella giusta per se e spesso non si sa come venire fuori da quest'indecisione.
Trovarsi di fronte ad un crocevia e non sapere dove andare è una situazione che ognuno di noi sperimenta non solo nei percorsi stradali, ma nei diversi ambiti della vita e per scelte più o meno importanti. La scelta viene vissuta in maniera conflittuale soprattutto quando ci pone di fronte a due alternative entrambe positive, o con la stessa percentuale di vantaggi e svantaggi o ancora quando è condizionata da fattori esterni (influenze familiari, giudizi degli altri) o rispetto alla quale noi stessi abbiamo le idee poco chiare. In questi casi il rischio può essere quello di rimandare la scelta all'infinito oppure quello di prendere una strada di cui non siamo pienamente convinti. Per evitare questi rischi possono essere utili alcune indicazioni. Innanzitutto è importante individuare le nostre attitudini e capacità (di relazione con gli altri, di empatia, di resistenza fisica.). È fondamentale poi avere chiari gli obiettivi per i quali siamo disposti a spendere le nostre energie ( la crescita culturale, l'essere utili alla società, aiutare chi soffre). Capire questo ci consentirà di attingere ad una fonte inesauribile di energie, della quale non siamo sempre consapevoli, ma che ognuno di noi possiede (nella realtà quotidiana, infatti, utilizziamo solo una minima parte delle nostre risorse). Una volta individuata l'alternativa che noi riteniamo più adeguata può capitare di sentirsi bloccati dalla paura, spesso si tratta della paura di sbagliare. In questo caso è importante riesaminare l'obiettivo per cui vale la pena correre quel rischio (ogni scelta comporta un rischio) e ricordarsi, in ogni caso, che ognuno di noi ha il diritto di sbagliare. Si tratta di mettersi in ascolto dei propri errori e di imparare da essi.

 

 
Vai agli articoli precedenti