i Giovani con i Padri Somaschi     

 

Psicologia

a cura di Sara Collu

     
Non ti sopporto                                                            
 
 
 

Come fare ad andare d’accordo con una persona che ha un carattere e interessi diversi dai miei? 
Penso che questa sia una difficoltà comune ad ognuno di noi con la quale ci scontriamo frequentemente. Mi sembra impossibile dare delle soluzioni ad hoc, ma forse può essere utile vedere il problema da un’ottica diversa, considerando almeno tre aspetti:

1. L’altro ci disturba e ci dà fastidio quanto più somiglia noi e manifesta quella parte del nostro carattere che noi vogliamo nascondere. L’accettazione dell’altro comporta quindi una maggiore accettazione di noi stessi, soprattutto dei nostri limiti.

2. Il confronto in queste situazioni non deve comportare un annullamento delle nostre convinzioni del nostro modo d’essere, ma anzi una sua piena espressione sempre però con un atteggiamento di flessibilità che riconosce al nostro interlocutore la possibilità di essere diverso da noi.

3. Un altro rischio che spesso corriamo, è quello di etichettare le persone e di incasellarle in ruoli precisi e ben definiti ( per esempio : "il timido", "il noioso", "l’aggressivo" ). Questi ruoli diventano delle vere e proprie trappole perché l’altra persona li riconosce e vi si adegua passivamente comportandosi proprio così come ci aspettiamo da lui. In realtà se il nostro atteggiamento fosse libero da categorizzazioni, senza pretese di cambiamenti, l’altro si sentirebbe libero di esprimersi e in questo spazio potrebbe veramente maturare.

Mi rendo conto che tali suggerimenti apparentemente semplici sono forse difficili da realizzare nella pratica, ma niente ci vieta di fare dei piccoli tentativi.

 

 
Vai agli articoli precedenti