i Giovani con i Padri Somaschi     

 

Noi due

a cura di Dorina e Nicolino

 

…perché la dov’è il tuo tesoro la sarà anche il tuo cuore. (Mt. 6,21)
 
 
 

E dov’è il mio tesoro?

Se esso è qualcosa di prezioso anzi l’oggetto più prezioso, sicuramente non è una cosa.

Tutto ciò che possediamo ha il carattere della provvisorietà.

Niente sarà per sempre neanche gli amici, i genitori ne tanto meno i regali, la casa il nostro gruppo...

Ciò che rimarrà nostro è la parte più intima di noi.

I valori… la parte interiore che guida le mie scelte piccole e grandi…

Quello che fa di me ciò che sono che  poi  non  dovrebbe discostarsi molto da come appaio agli altri.

Ci prepariamo a Dio che si incammina verso di noi facendosi persona umana e vogliamo amarlo, diciamo di conoscerlo e di volerlo sempre maggiormente conoscere ma la mia persona, tutto ciò che sono io, valori e paure, emozioni e desideri, ricordi e progetti la conosco e la amo abbastanza?

È sicuramente importante amare me stesso, che non è adattarmi ai miei difetti ma superarli amorevolmente.

Anche così posso conoscere Dio, che ha voluto essere persona come me e conoscendo Lui conosco me stesso, poi sarà tutto più semplice anche amare e conoscere il nostro lui o la nostra lei.

Allora il nostro cuore è proprio là dov’è il nostro tesoro, il nostro amore è li dove si rifugia la parte più intima di noi stessi.

Dio è li in noi perché è venuto da noi e continua a farsi presente aspettando di diventare la parte più preziosa di noi, quella perla preziosa per la quale un uomo vende  tutto,  per la quale Girolamo da se stesso e  tutto di se  e per la quale noi due siamo disposti a …