i Giovani con i Padri Somaschi     

 

Noi due

a cura di Dorina e Nicolino

 

At 2,3:  All’udire tutto questo di sentirono trafigge il cuore…
 
 
 

Cristo opera in quegli strumenti che vogliono lasciarsi guidare dallo Spirito Santo (3lett. S. Girolamo)

Abbiamo celebrato il mese mariano. Tra canti, processioni, rosari, veglie,  Maria ci ha aiutato a dire sì al suo Figlio e tra di noi. Ora ci accompagna a celebrare la Pentecoste.

Cosa significa questa festa per noi due? Cosa centra lo Spirito Santo nella nostra vita?  E’ importante certo, ma  perché …

Cosa ha significato  la Cresima nella mia vita di cristiano o, se magari ancora  devo riceverla, ricerco la forza di questo sacramento nella mia vita.

Solo lo Spirito Santo cambia il nostro cuore, rendendoci totalmente dedicati a Cristo e ai fratelli.

Noi invece siamo convinti di autogestirci, anzi di gestire pure  l’altro/a...

Invece la Pentecoste è la festa che ci fa entrare veramente nella Pasqua, cioè  nella pienezza dell’amore di Dio.

Lo Spirito si manifesta col vento. E’ improvviso, è un dono che Dio fa nella sua libertà.

Come quando ci siamo conosciuti, l’altro è un vento che mi ha scosso… da che cosa?

Gli Apostoli vincono le paure, mettono in gioco la loro vita. E noi due… cosa stiamo facendo? 

Pietro dice anche a noi “Voi avete ucciso Gesù”!

Noi non abbiamo fatto nulla di male, che centriamo?

Ma quante crocifissioni facciamo nelle nostre giornate a cominciare dal nostro Lui o Lei.

La passione di Gesù è una realtà nella quale ognuno di noi due ha un posto e una responsabilità!

Sull’esempio di Girolamo lasciamoci guidare veramente dallo Spirito Santo.