i Giovani con i Padri Somaschi     

 

Noi due

a cura di Dorina e Nicolino

 

Lc 24,35: L’avevano riconosciuto nello spezzare il pane 
 
 
 

Cristo è risorto! 

La Pasqua per noi due è passaggio continuo  dall’innamoramento all’amore

Lasciamoci guidare dalla Sua parola…
 

I discepoli di Emmaus e noi fidanzati: pieni di stupore (di fronte alle sorprese), di ricerca (nel risolvere i problemi del mondo) di gioia nel dialogo,senza sentire stanchezza del cammino (capaci di camminare e parlare per ore senza accorgerci che il pomeriggio è finito),pieni del loro discorso (a volte senza dare spazio all’altro) con difficoltà vedono al di là delle loro persone e dell’apparenza di chi li circonda, i nostri occhi sono pieni di oggi e del già vissuto,aspettiamo il non ancora e a volte non lo riconosciamo già presente e in costruzione  nel presente.

Da ciò che ci circonda vogliamo realizzare i nostri sogni ma a volte le occasioni prossime, vicine le lasciamo correre

E cos’è che fa aprire gli occhi dei discepoli di Emmaus  e i nostri? Solo Gesù e solo il suo dono,il pane di vita.

 Ci lascia prima di ascendere il suo corpo  e ciò è il grande dono per i fidanzati di oggi per i fidanzati in cammino verso un matrimonio a tre.
 

La pasqua sia per tutti i fidanzati il continuo passaggio dalla scoperta dell’altro nei momenti sia di vita che di morte (gioia-tristezza) alla costruzione intima e reciproca nella certezza che da qui scaturisce il futuro.