i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Bussola

a cura di Michele Marongiu

     

                       Cose opposte

     
   
 
Federica è molto paziente, non si arrabbia quasi mai e per questo alcuni amici la considerano debole. Ettore è un tipo dubbioso, prima di prendere decisioni si pone molte domande e per questo alcuni lo considerano insicuro.
Eppure avete provato ad essere pazienti? Non ci vuole molto per accorgersi che occorre grande forza interiore. E vi è capitato di essere dubbiosi di fronte ad una decisione? E' più impegnativo che decidere in quattro e quattr'otto con superficialità.
Federica ed Ettore mi hanno insegnato che dietro un'apparente debolezza si può nascondere una grande risorsa, dietro un difetto una grande qualità.
Purtroppo siamo abituati a dividere il mondo fra cose opposte: forza-debolezza, positivo-negativo, velocità-lentezza, qualità-difetti... mentre invece nella vita queste realtà sono collegate e per ottenerne una bisogna passare dall'altra. Ci vuole risolutezza per saper pazientare, forza per ammettere la propria debolezza, intelligenza per dire: non ho capito, dignità per chiedere scusa, serietà per sorridere, fiducia negli altri per poterli correggere, amore per accettare di ricevere.