i Giovani con i Padri Somaschi     

 

La Bussola

a cura di Michele Marongiu

     

                Penso che se io non fossi al mondo non cambierebbe niente

     
   
 
Credo che tutti, chi prima chi poi, abbiamo avuto questo cupo presentimento e abbiamo realizzato che il mondo andrebbe avanti benissimo anche senza di noi, optionals per nulla indispensabili né alla vita degli altri né a Dio.
Partiamo da qui: che cosa è necessario a Dio? Nulla. Dio potrebbe essere felice anche senza gli uomini, senza l’universo. Neanche gli angeli, in fondo, gli sono di utilità
Eppure ha creato tutto questo, ha voluto gli angeli, le stelle, ha voluto me. Perché? Evidentemente non per rendergli qualche servizio. Ci ha voluti per partecipare con lui alla gioia di esistere. Una gioia particolare e strana però, perché si trova donandola. Per una specie di DNA che abbiamo nell’anima quando riusciamo a rendere qualcuno felice allora lo siamo anche noi.
Certo, il mondo riuscirà pure a fare a meno di noi, però allora ci sarà qualcuno che avvertirà la nostra mancanza.